ACCENTURE: conviene dopo il sell-off?

Accenture (ACN) è una multinazionale operante nel settore della consulenza strategica e direzionale, e dell’esternalizzazione. E’ protagonista di un lungo uptrend a partire dal 1999 addirittura, ma è da Novembre 2018 che ha decisamente cambiato passo. Accelerando. Colpita poi come tutti dal panic selling dovuto al Covid nel Marzo 2020, si è immediatamente rialzata riprendendo a procedere spedita. Il grafico dell’ultimo anno e mezzo è ben definito da un canale rialzista, con una retta parallela intermedia. A fine Dicembre 2021 il titolo stazionava nei pressi della retta più alta (la resistenza dinamica), e questo posizionamento non lo rendeva di certo allettante. Poi la prima settimana di Gennaio ha scompaginato tutto, con un sell-off che ha trascinato il prezzo in poche sedute verso la parte bassa del canale. A questo punto possiamo domandarci se Accenture è diventata conveniente per una strategia long, a seguito di questa importante correzione. La risposta è sì, in quanto il prezzo (ammesso e non concesso che rimanga dentro a questo canale) ha molta più strada da fare al rialzo che non al ribasso. Da tenere d’occhio oltre alla trendline, anche la E.M.A. a 100 giorni che già in passato ha sostenuto il prezzo con precisione. Se si dovesse scendere stabilmente sotto a entrambe, allora non converrebbe più puntare su questo titolo. Al momento però ci troviamo ancora dentro al canale ed è più che lecito pensare di raggiungere prima la retta intermedia e poi quella in alto. Il rapporto rischio/rendimento è pertanto tutto a nostro favore. Chi vuole entrare in acquisto (ricordando che la posizione del prezzo da sola non è condizione sufficiente per farlo: vanno presi in considerazione diversi altri fattori) dunque lo faccia adesso prima che l’occasione sfumi.

Simone Cunegondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *