BE SHAPING THE FUTURE: solo a me non piace?

Il gruppo Be è uno dei principali player italiani nei settori businness consulting, infotech e digital engagement. Presente sul listino milanese da oltre 20 anni, fino al 2013 ha conosciuto una crisi che pareva senza fine, poi l’inversione del trend e la ripresa. Da 0,15 € la Società è arrivata a quotare 2,95 € nel Novembre 2021, moltiplicando di 20 volte il proprio valore: in pochi a Borsa Italiana hanno fatto così bene negli ultimi 10 anni. Possiamo individuare 3 impulsi rialzisti e due laterali/ritracciamenti. Unendo i massimi consecutivi ed i minimi consecutivi crescenti riusciamo a disegnare due rette parallele, e questo ci è di grande aiuto. Al momento il prezzo reduce da una lunga tirata partita a Marzo 2020, è molto vicino a quella superiore. D’istinto saremmo portati a cavalcare una narrazione anche un pò sciatta secondo la quale si tratta di un titolo in perfetta salute e sul quale puntare, ma proprio la vicinanza della linea superiore ci riporta coi piedi per terra e ci avverte che il fiato in realtà potrebbe essere ormai corto, e potremmo accorgercene presto. Non escludo un ultimo allungo rialzista anche di un 20/30 % ma non oltre, almeno credo. Viceversa lo spazio al ribasso c’è tutto, per cui chi fosse convinto di un prosieguo del trend senza alcun limite dovrebbe fare questa considerazione in quanto poi rischia e secondo me fortemente di restare impantanato in un titolo che potrebbe scendere o lateralizzare anche per un paio d’anni. E per chi fosse già in posizione long, valuterei seriamente una presa di profitto. Esistono a mio avviso azioni migliori al momento, ed eviterei di farmi irretire da elogi sperticati e quantomai fuorvianti.

Simone Cunegondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *