ZTS e TMO: due rettangoli molto diversi

L’analisi tecnica non andrebbe sempre applicata alla lettera. Questo l’ho già detto, ma non mi stanco mai di ribadirlo. Prendiamo oggi come esempio il rettangolo, che è la classica figura con cui si sviluppa un trading range, o fase di congestione laterale delle quotazioni. Su un titolo come Thermo Fisher Scientific (TMO) possiamo ammirarlo nella sua “purezza”. Quasi troppo bello per essere vero. Tra Novembre 2020 e Luglio 2021 il prezzo oscilla più volte tra il supporto e la resistenza, poi fa il break al rialzo e si invola. Con grande gioia degli analisti. Su Zoetis (ZTS) invece tra Agosto 2020 e Giugno 2021 le cose vanno un pò diversamente. A Novembre 2020 intanto c’è uno spike che già di per sè rappresenta un’anomalia, ma il bello viene dopo. A inizio Marzo 2021 il prezzo viola al ribasso il supporto. Un supporto sicuramente credibile, in quanto definito da due minimi relativi sul medesimo livello. In tre sedute perde l’8%. Bene, ora si scende, avrebbero pontificato i puristi dell’analisi tecnica. E invece il prezzo di colpo rimbalza e rientra nel rettangolo per portarsi subito a ridosso della parte alta, rompendola poi in Giugno. Cogliendo di sorpresa chi si era posizionato al ribasso, e facendogli incorrere in perdite anche consistenti. Chi ha ragione, i tecnicisti o i detrattori? A mio avviso l’analisi tecnica è uno strumento che il più delle volte funziona. Bisogna però considerare molte altre cose, come ad esempio gli obiettivi di guadagno e gli obiettivi temporali. Se si crede in un titolo come Zoetis a lungo termine ritenendolo solido anche nei fondamentali, non ci si deve far spaventare da incidenti di percorso come questo.

Simone Cunegondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *